LA PREVENZIONE CONTRO IL CANCRO? UN IMPEGNO QUOTIDIANO, FATTO DI REGOLE PRECISE - Dott. Tindaro Bongiovanni
15551
post-template-default,single,single-post,postid-15551,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

LA PREVENZIONE CONTRO IL CANCRO? UN IMPEGNO QUOTIDIANO, FATTO DI REGOLE PRECISE

In questo post vorrei riportare alcuni dei punti salienti della conferenza annuale sulla Prevenzione del Cancro svolta il 16 Ottobre 2014 a Bratislava nella quale l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha discusso e rilasciato la quarta edizione del CODICE EUROPEO CONTRO IL CANCRO, un lavoro condotto in collaborazione con la Commissione europea che, basandosi sulle migliori evidenze scientifiche ad oggi disponibili, riassume in 12 punti i comportamenti da adottare quotidianamente per ridurre la probabilità di insorgenza del cancro.

Brevemente, il cancro è una malattia nella quale alcune cellule del corpo umano crescono in modo incontrollato, formando un tumore che puo’ “dirigersi” (metastasi) in regioni anatomiche diverse dalla sede di origine.

Il codice Europeo Contro il Cancro, rivolto a tutti-singoli cittadini, istituzioni, addetti ai lavori del settore sanitario e policy makers-riassume le principali buone azioni quotidiane contro il cancro, puntando sulla prevenzione a tavola, attività fisica, partecipazione ai programmi di screening.

L’obiettivo principale dell’elaborato è quello di informare i cittadini del mondo intero sulle azioni da fare per ridurre il rischio di sviluppare o soffrire di cancro. La IARC è convinta fortemente che un programma di prevenzione del cancro di SUCCESSO possa realizzarsi se ognuno di noi rispetta queste semplici ma precise regole e che tali azioni individuali vengano supportate da politiche governative adeguate.

Di seguito i 12 comportamenti da seguire:

1. Non Fumare. Non utilizzare nessuna forma di tabacco.

2. Non esporti al fumo passivo. Promuovi politiche smoke-free a casa tua e nel tuo luogo di lavoro.

3. Fai in modo di raggiungere e mantenere un giusto/salutare peso corporeo.

4. Fai quotidianamente attività fisica. Limita il più possibile il tempo che trascorri seduto.

5. SEGUI UNA DIETA SANA:

– assumi cereali integrali, legumi secchi, verdure e frutta (varia il colore dei vegetali e consuma solo quelle fresche e di stagione)

– limita gli alimenti ipercalorici (alimenti ricchi in zuccheri o grassi) ed evita le bevande zuccherate

– Evita le carni processate (prosciutto, bresaola, etc.); limita il consumo di carne rossa e di alimenti ipersodici (alimenti in scatola, insaccati)

6. Se bevi alcol di ogni tipo, limita il consumo. Non assumere alcol è la strategia migliore se vuoi fare prevenzione del cancro.

7. Evita l’eccessiva esposizione ai raggi solari, soprattutto nei bambini. Usa protezioni solari. Evita il ricorso alle lampade e ai lettini abbronzanti.

8. Sul luogo di lavoro proteggiti da eventuali sostanze cancerogene seguendo le istruzioni di sicurezza previste.

9. Nella tua abitazione controlla di non essere esposto a elevati livelli di radon (un gas radioattivo naturale) e, eventualmente, fai in modo di abbassarne il livello.

leggi la linea guida: http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_opuscoliposter_160_allegato.pdf

10. Per le Donne:

– allatta al seno, questo riduce il rischio di cancro al seno e ovaio.

– la terapia ormonale sostitutiva aumenta il rischio di certi tipi di cancro. Limitane il ricorso.

11. Fai sì che i tuoi bambini prendano parte a programmi di vaccinazione per:

– Epatite B (Neonati)

– Papillomavirus Umano (Le femminucce)

12. Partecipa ai Programmi di Screening organizzati:

– Cancro all’intestino (Uomini e Donne)

– Cancro al Seno (Donne)

– Cancro della Cervice (Donne)

Personalmente sono d’accordo su tutti i punti, tuttavia credo fortemente che nel paragrafo “Dieta Sana” si debba anche consigliare il consumo 2-3 volte alla settimana di Pesce, importante fonte di proteine ad alto valore biologico e di acidi grassi polinsaturi alleati della salute (i famosi omega-3). Inoltre, è bene consumare 30 g al giorno di frutta secca (mandorle, noci, anacardi, pinoli).

L’aderenza alla Dieta Mediterranea è pertanto, a mio modesto parere, la strategia vincente per il raggiungimento del Ben-Essere.

A Presto,

Tindaro Bongiovanni

Bibliografia

http://cancer-code-europe.iarc.fr/index.php/en/

No Comments

Post A Comment